I clown Marameo tornano in corsia - Fondazione Uspidalet

I Clown Marameo tornano in corsia

I clown Marameo sono tornati in corsia all’ospedale infantile di Alessandria, per allietare le ore dei piccoli pazienti.

Dopo una lunga pausa, il 7 agosto scorso i volontari Blu, Charly, Fatagaia e Speedy hanno indossato i loro camici colorati e si sono presentati al Cesare Arrigo, muniti di palloncini colorati e tanta voglia di tornare a portare un po’ di colore tra le mura ospedaliere.

L’associazione Clown Marameo nasce ad Alessandria nel 2002: grazie ad un piccolo gruppo, formato da circa una decina di persone, arriva la clownterapia negli ospedali della città. Da allora il gruppo iniziale è cresciuto e ad oggi è composto da una sessantina di volontari clown, che il sabato e la domenica pomeriggio si truccano, indossano il loro naso rosso da clown dottore, pronti a portare un sorriso ai pazienti dei due ospedali cittadini.

“Lo scopo delle “visite clown” è proprio quello di cercare di alleviare le sofferenze dei bimbi ricoverati: piccoli spettacoli, scherzi, giochi di magia, canzoncine, bolle di sapone, sono gli strumenti utilizzati per farli divertire.

Le attività variano ogni volta perché il clown, con grande sensibilità e capacità di ascolto, cerca di capire i gusti del piccolo paziente e di proporre quello che gli è più gradito.”

Quello dei Marameo è un volontariato particolare e speciale, che porta leggerezza a chi soffre e vive momenti di preoccupazione.

I sorrisi che regalano sono ricompensati dai tanti sorrisi che ricevono. Ad ogni servizio svolto in ospedale, i clown di corsia si ritrovano a vivere emozioni che loro stessi definiscono impagabili.

Per questo motivo la Fondazione Uspidalet non può che appoggiare la loro mission: “Portare un sorriso a chi ne ha bisogno”.

clown marameo
Da sinistra: Charly, Fatagaia, Blu e Speedy