Bruno Oddenino ospite ai venerdì della Fondazione Uspidalet

L'8 ottobre incontro con il musicista Bruno Oddenino

Bruno Oddenino, ospite dei Venerdì della Fondazione Uspidalet l’otto ottobre all’Auditorium Pittaluga di Palazzo Cuttica ad Alessandria, è un musicista, compositore e musicoterapeuta.

 

“Anche quando parliamo, noi cantiamo, emettiamo una melodia, una vibrazione che parla, che dice cose di noi” – racconta Oddenino – “bisogna saperla individuare ed utilizzare quella vibrazione per la cura” Non stupisce dunque che il titolo del suo intervento sarà: Il suono che “Informa”: suoni e colori per armonizzare l’essere.
Un suono – per Bruno Oddenino – può arrivare molto in profondità, entrare in relazione con l’essere umano, attivare dei recettori neurologici che se stimolati, aprono dei collegamenti.
Non si parla di una medicina, ma di un trattamento vibrazionale che è in grado di fare da sostegno come cura, anche a persone che stanno facendo trattamenti pesanti.
Del resto chi potrebbe negare l’effetto che hanno su di noi alcune musiche; ci rendono felici, tristi, sono anche in grado di scatenare la nostra memoria, così come il profumo provocato dalla madeleine evocava i ricordi di Proust.
Ognuno di noi – per Oddenino – ha una nota dell’anima, che è la frequenza di base della nostra vita, quella che ci permette di vivere in armonia e con gioia. A volte quella nota la perdiamo per strada. “Si può recuperare” – afferma Bruno Oddenino. L’efficacia di questa terapia vibrazionale è stata provata anche sulle cellule staminali.

Nel corso degli anni tante persone sono state trattate con la terapia vibrazionale, fra le quali circa 20 mila bambini.
Non resta che venire a conoscere quale sarà la nostra nota dell’anima, in grado di farci vivere con gioia.

L’appuntamento con Bruno Oddenino è per venerdì 8 ottobre 2021 presso l’Auditorium Pittaluga di Palazzo Cuttica (Conservatorio A. Vivaldi)
Via Parma, 1 –
Alessandria alle ore 18.30

Per informazioni e prenotazioni chiamare la Fondazione Uspidalet al numero 0131 206629

 Per partecipare all’evento è necessario essere in possesso di Green Pass

Bruno Oddenino si è diplomato in oboe presso il Conservatorio G. Verdi di Torino sotto la guida del M° G. Bongera, ottenendo il massimo dei voti. Ha vinto numerosi concorsi e audizioni nazionali ed internazionali che gli hanno consentito di ricoprire il ruolo di primo oboe in svariate orchestre, tra le quali: RAI di Napoli, Teatro San Carlo di Napoli, Istituzione Sinfonica Abruzzese, Orchestra Sinfonica di Belo Horizonte (Brasile), Teatro Regio di Torino, nel quale ha militato in qualità di primo oboe fino all’anno ’78. È stato primo oboe solista nell’Orchestra Filarmonica di Torino, ruolo che ha abbandonato nell’anno 2007.
Ha affiancato all’attività orchestrale anche l’attività cameristica e solistica.L’attività didattica e di ricerca, gli ha consentito di attivare corsi innovativi sull’insegnamento dell’Intonazione Armonica Naturale. Negli anni 2010/2011 è stato titolare della cattedra di musica da camera per strumentisti a fiato all’Istituto Superiore di Studi Musicali Vincenzo Bellini di Catania. È stato fondatore di svariate istituzioni e iniziative culturali, tra le quali si evidenziano la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo, che ha diretto per i primi 3 anni di attività didattica e l’Orchestra Filarmonica di Torino, di cui è stato Presidente e Direttore Artistico. Ha, altresì, promosso la nascita dell’Accademia Montis Regalis, insieme strumentale che opera nell’ambito della Musica Barocca.
È diplomato in Musicoterapia, Sistema Nada-Brahma (scuola di Vemu Mukunda) ed è membro fondatore dell’Accademia Italiana di Medicina Vibrazionale. Da anni è impegnato, in questo specifico settore, attraverso stages e conferenze, sia come divulgatore sia in qualità di musicoterapeuta. Nell’anno 2004, attraverso la sperimentazione svolta con l’innovativo strumento per analisi bioenergetica Prognos, ha ottenuto lusinghiere conferme sulla validità del Sistema Armonizzante da lui ideato e denominato, con marchio brevettato, BioArmon.